Canova. Eterna bellezza

con Nessun commento

Canova Eterna bellezza

 

Dal 9 Ottobre 2019 al 15 Marzo 2020, nelle sale del Museo di Roma di Palazzo Braschi, la mostra sul rapporto intenso che Antonio Canova ha vissuto con la città di Roma. Luogo determinante per la sua capacità creativa e inesauribile fonte di ispirazione, che l’esposizione spiega anche attraverso particolari suggestivi.

Promossa e prodotta da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale (Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali) e Arthemisia, organizzata con Zètema Progetto Cultura, si avvale della presenza di Giuseppe Pavanello come curatore di un allestimento articolato e completo, che amalgama perfettamente le numerosissime opere presenti.

La Mostra

Il percorso espositivo si snoda lungo 13 sezioni che contengono, complessivamente, più di 170 opere. È una storia che racconta il contesto nel quale Canova si immerge fin dal suo arrivo a Roma nel 1779, e la presenza anche di opere di artisti a lui contemporanei completa la descrizione dell’ambito nel quale produrrà i suoi capolavori più famosi.

 

Gli effetti scenografici che nascono da raffinate soluzioni illuminotecniche, creano sofisticati giochi di luci e ombre, e le morbide e eleganti forme delle mitiche divinità appaiono nell’ideale bellezza raggiunta. La rievocazione dell’atmosfera confortevole del suo atelier in via delle Colonnette, dove nascevano i suoi capolavori, e dove, “a lume di torcia” riceveva i suoi ospiti, è affascinante e emozionante. Immaginare e intuire il gesto, scoprire come la forma e la materia grezza possano contenere linee e curve delicate, create da mani sublimi, sorprende e meraviglia.

Come meraviglia la ricchezza sostanziosa delle opere provenienti dai numerosi e importanti musei e collezioni internazionali e italiani; a partire dall’Ermitage di San Pietroburgo, per arrivare ai Musei Vaticani e Capitolini, e poi il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, le Accademie di Belle Arti di Bologna e di Ravenna, naturalmente la Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, e ancora il Musée des Augustins di Toulouse, il Museo Civico di Bassano del Grappa, il Museo Correr di Venezia, , l’Accademia Nazionale di San Luca, i Musei di Strada Nuova-Palazzo Tursi di Genova, fino al Museo Civico di Asolo, solo per citarne alcuni. Questo a riprova del grande impegno profuso e dell’autorevole proposta espositiva creata per l’evento. Del resto non poteva essere altrimenti quando si affronta la vita di un artista come Antonio Canova.

 

Antonio Canova

“Il nuovo Fidia”, soprannome più che meritato, essendo riconosciuto come il massimo esponente del Neoclassicismo in scultura, nasce a Possagno il 1° Novembre del 1757, suo padre Pietro è uno scalpellino di professione, svolgerà il suo apprendistato a Venezia con il suo maestro e amico Simone Meoni. A Venezia morirà il 13 Ottobre del 1822.

Nel 1779 si trasferisce a Roma, dove risiederà per tutta la sua vita e dove fin dall’inizio può studiare la scultura antica, che aveva già ammirato in precedenti visite a Pompei, Paestum e Ercolano, e entrare in contatto con le botteghe di restauro di reperti archeologici, nonché conoscere le teorie di Winckelman e Mengs. Viaggiò spesso all’estero o per tornare nei luoghi di origine, ma Roma rappresentò sempre un irrinunciabile e necessario punto di riferimento dove esprimere lo spirito dell’ideale di perfezione delle antiche sculture coniugate ai gusti della sua epoca. Il marmo ammorbidito dalla sua arte seduce e incanta le corti, e inizia a vantare prestigiosi committenti, da Napoleone alla corte pontificia, dai Borbone agli Asburgo, comprendendo la nobiltà romana, quella veneta, fino a quella russa. Come nella vita le sue opere occuparono uno spazio geografico molto ampio, così dopo la morte Canova continua a occupare uno spazio sostanziale nell’immaginario artistico.

 

Assolutamente da non perdere questa mostra-evento sicuramente tra le esposizioni di alto livello presenti a Roma nella nuova stagione.

 

Info, Orari e Costi

Canova. Eterna bellezza.

Dal 9 Ottobre 2019 al 15 Marzo 2020, Museo di Roma – Palazzo Braschi, ingresso da Piazza Navona 2 e da Piazza San Pantaleo 10

Orario:  Tutti i giorni h 10-19
Giorni di chiusura: 25 dicembre, 1 gennaio

Biglietto: Biglietto solo Mostra, Intero € 13, Ridotto € 11

Biglietto integrato Museo di Roma + Mostre, Residenti: Intero € 19.50, Ridotto € 17.50
Non residenti: Intero € 19, Ridotto € 15

(la biglietteria chiude alle 18)

Info: *30 060608 (Tutti i giorni h 9-19)